lunedì 7 agosto 2017

Liam Gallagher: "Curare la voce? Sì, ma non troppo. Non sono mica Bublé: quando non fumo né bevo la voce non la trovo abbastanza grezza"

Il 3 agosto, sul palco del Lollapalooza Chicago, Liam Gallagher è stato costretto a concludere l'esibizione dopo 20 minuti a causa di problemi vocali.

Proprio qualche giorno prima, il 31 luglio, all'Howard Stern Show, in onda su SiriusXM, radio statunitense, Liam aveva risposto a una domanda sulla sua voce. Il conduttore aveva detto che non si capacitava del fatto che artisti come Liam, che usano la loro voce come uno strumento musicale, fumino e rovinino le proprie corde vocali.

"Quando sei giovane non te ne importa, pensi: 'Cosa sono tutte 'ste storie sulla voce? Ce l'ho da sempre'. Non pensi sia  qualcosa di speciale, capisci?", ha spiegato Liam. "Ma man mano che ti fai grande ... Cioè di norma non fumo il giorno in cui ho un concerto. Ora mi comporto un po' bene, mi prendo un po' cura della voce, ma non troppo: non voglio suonare come Aled Jones né Michael Bublé. Questo è rock 'n' roll, amico". 

"Le sigarette distruggono la voce? Sì, lo so, ma è come un pittore", ha proseguito l'ex Oasis. "Si mette le mani nel naso e si gratta il culo e allo stesso tempo dipinge dei quadri bellissimi. Mette le dita dove non dovrebbe, capisci?".

"So per certo che quando non ho fumato né bevuto e mi sono comportato un po' bene suono un po' anonimo, un po' grigio, e quello non mi piace. Mi piace suonare un po' grezzo, capisci? Avere un po' di personalità".

oasisnotizie

AUDIO DELL'INTERVISTA QUI - LISTEN TO THE INTERVIEW CLICK HERE (includes two songs performed live)

Nei prossimi post altre chicche dall'intervista di Liam all'Howard Stern Show (durata un'ora) 

Leggi anche: Liam Gallagher: "Al tabaccaio che mi ha negato le sigarette: chi va in giro con i documenti? Solo i talebani"

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails