venerdì 30 dicembre 2011

Noel Gallagher: "Vorrei la reunion degli Smiths"

Noel Gallagher non ha perso le speranze di vedere gli Smiths esibirsi di nuovo insieme, malgrado il rapporto tra Morrissey e Johnny Marr sia logorato e i due si siano più volte detti decisi a non far riconvergere i loro percorsi.

In una recente intervista il rocker ha risposto così. "Quale gruppo vorrei rivedere insieme? Quello che tutti vorremmo vedere di nuovo insieme sono gli Smiths. Dicono che non succederà, ma dicevano che non sarebbe successo neanche con gli Stone Roses e con i Led Zeppelin".

giovedì 29 dicembre 2011

Il concerto parigino di marzo dei Beady Eye andrà in TV in Germania

L'emittente televisiva tedesca ZDF Kultur trasmetterà il 17 gennaio alle ore 18:00 e il 21 gennaio alle ore 17:05 il concerto dei Beady Eye tenutosi a Parigi lo scorso 13 marzo (foto a lato). Lo stesso concerto fu incluso in DVD in una Limited Tour Edition giapponese dell'album Different Gear, Still Speeding lo scorso 24 agosto.

(grazie a Rosanna e Salvatore)

mercoledì 28 dicembre 2011

Rivedi tutto il concerto di Noel Gallagher a Parigi

Sono stati caricati su YouTube i video del concerto di Noel Gallagher al Casino di Parigi del 6 dicembre scorso, trasmesso da Canal+ il 24 dicembre.

Grazie a thereisalight per el registrazioni.

Clicca qui
per tutti i video



lunedì 26 dicembre 2011

Noel Gallagher's High Flying Birds Album dell'anno per il Sun


Noel Gallagher's High Flying Birds è stato nominato Album Of The Year dal Sun. Ha battuto Adele, Coldplay e Kasabian.

Esce oggi il singolo If I Had a Gun

È disponibile da oggi il singolo If i Had a Gun dei Noel Gallagher's High Flying Birds. La b side è I'd Pick You Every Time. Formati disponibili: 45 giri, CD e download.

Link per acquistarlo dallo store ufficiale.

venerdì 23 dicembre 2011

Rivedi lo show di Noel Gallagher a Parigi stanotte su Canal+

Il concerto dei Noel Gallagher's High Flying Birds al Casino di Parigi dello scorso 6 dicembre sarà trasmesso questa notte (ore 00.15 italiane e francesi) su Canal +. Il concerto è visibile in streaming all'indirizzo http://www.canalplus.fr/pid3580-c-live-tv-clair.html

Lo show sarà trasmesso anche alla radio su Yes FMil 25 dicembre.

EDIT: Il link fornito in precedenza non è valido perché la trasmissione è visibile in streaming solo se abbonati. Alcuni fan francesi stanno registrando il video da Canal+. Vi forniremo dettagli prossimamente.

giovedì 22 dicembre 2011

Video: Noel Gallagher dice che odia il Natale e spiega cosa farebbe a Gesù Bambino su KROQ, radio di Los Angeles

In questo video un'altra intervista a Noel Gallagher rilasciata alla stazione radio di Los Angeles KROQ in occasione dell'Almost Acoustic Christmas, festival dello scorso 11 dicembre. Noel risponde anche a una domanda più o meno scherzosa sul Natale.

Sottotitoli in italiano


Vedi anche

Video della performance di Noel Gallagher
Video di un'altra intervista a Noel Gallagher

Foto: Liam Gallagher in giro per Londra


Liam è stato fotografato in giro per Londra l'altro ieri sera. Clicca qui per vedere la photogallery.

Oggi nella storia degli Oasis

Il 22 dicembre 1995 gli Oasis si esibivano su Channel 4 per il programma White Room. Gli Oasis tornavano in trasmissione dopo otto mesi. Questa la scaletta:

01. Round Are Way (con alla fine Up In The Sky)
02. Some Might Say
03. Don't Look Back In Anger
04. Wonderwall (acustica con Noel)
05. Roll With It



mercoledì 21 dicembre 2011

I Beady Eye nella top 10 delle band esibitesi di più nel 2011

Liam Gallagher e i Beady Eye sono stati annoverati tra gli artisti che hanno lavorato più duramente nel mondo dello spettacolo da un organismo che opera nell'industria musicale. Il frontman dei Beady Eye e la sua band sono entrati nella top 10 del sondaggio annuale della PRS For Music, che identifica le band o gli artisti solisti che hanno dato il maggior numero di concerti nel corso dell'anno. Al terzo posto i Take That.

Il lungo tour dei Beady Eye, partito a marzo, si è concluso a Boston il 10 dicembre. Il gruppo si è esibito dal vivo oltre 90 volte nel 2011.

oasisnotizie - via gigwise.com

Noel Gallagher elogia Roberto Mancini e parla del Natale: "Non mi piacciono né le luci né il tacchino"

Noel Gallagher è intervenuto l'altro ieri a Talksport, trasmissione radiofonica di cui è regolarmente ospite. Ha parlato del suo amato Manchester City e ha risposto ad alcune domande degli ascoltatori. Ecco cosa ha detto Noel (l'audio è alla fine del post).

Noel ha concordato con il conduttore Andy Goldstein sul fatto che l'eliminazione del Man City dalla Champions League non è stata un vero trauma, dato che era già probabile dopo la sconfitta nella gara di Napoli nella penultima giornata della prima fase. "A differenza dell'eliminazione del Manchester United, però: quello sì che è stato un grandissimo shock", ha precisato e ripetuto Noel con soddisfazione.

L'ex Oasis ha poi scherzato con uno dei due conduttori, Jason Cundy: "Sei fuori di testa. Mi secchi così tanto quando ti ascolto, dici solo scemenze. Ero seduto in una stanza d'albergo a Los Angeles, ti ascoltavo alla radio e pensavo: 'Questo tizio è proprio un calcio nel culo!'".

Sull'Europa League: "Squadre di altri paesi prendono l'Europa League più seriamente di City e United. Se non fossimo in testa al campionato e non avessimo vinto la FA Cup avremmo avuto bisogno di un trofeo, ma se essere eliminati dall'Europa League volesse dire rimanere in corsa per il campionato non sarebbe un dramma. Sarebbe fantastico vincerla, comunque".

Noel ha poi commentato la seguente frase comparsa sul Times: "è importante avere una spina dorsale solida, come ce l'ha il City: Joe Hart è il miglior portiere, Vincent Kompany il miglior difensore, David Silva il miglior centrocampista". Il chitarrista ha detto: "È una cosa importante, finché ti rendi conto che questio commento l'ha fatto Tony Cascarino (ex calciatore, ndr), che l'anno scorso diceva che avremmo finito il campionato al settimo posto ... quindi la prendo con il beneficio di inventario ...".

Altri pareri sulla squadra: "Aguero migliora ogni settimana, anche senza essere devastante di fronte alla porta. Se il Manchester United mi preoccupa? L'abbiamo battuto 6-1, ma avrei preferito se avessimo vinto sei partite per 1-0. E loro hanno preferito perdere una per 6-1 piuttosto che sei partite per 1-0. È incredibile che anche giocando sotto la loro media siano ancora lì, la dice lunga sull'esperienza Ferguson. Nelle prossime 8-9-10 partite dovremmo essere costanti e alla fine penso che avremo la meglio, perché non possono competere con il nostro organico".

Su Carlos Tévez, ormai in partenza: "È un peccato come si sia conclusa la vicenda, era destinato a diventare uno dei due-tre migliori giocatori della storia del Manchester City. Se solo fosse entrato dalla panchina contro il Bayern Monaco anziché rifiutarsi, sarebbe ancora adesso la prima scelta per l'attacco ... immaginate lui e Aguero davanti. Penso, però, che ora siamo più squadra, prima ogni cosa passava da Tévez, ogni gol era segnato virtualmente da Tévez, mentre ora abbiamo già Dzeko, Balotelli e Aguero in doppia cifra. Questo la dice lunga sul gioco di squadra. Bisogna dare grande merito a Mancini. È uno dei migliori allenatori d'Europa ora, anche Ferguson e Mourinho avrebbero perso la bussola al posto suo".

Sull'imminente trasferimento di Tévez al Milan, Noel ha sherzato così: "È bello che il presidente del Milan abbia parlato con la dirigenza del Manchester City tre mesi dopo aver parlato con gli agenti del calciatore, no?".

Noel ha poi detto che il rinforzo ideale per gennaio sarebbe il difensore del Bolton Gary Cahill.

Sulla corsa a due con il Manchester United per il titolo inglese, Noel dice che l'unica preoccupazione è la Coppa d'Africa: "Quando Kolo e Yaya Touré andranno a fare la Coppa d'Africa sarà preoccupante, perché non abbiamo un sostituto di Yaya".

Rispondendo ad alcune domande dei fan sul Natale, Noel ha detto:

"Se mi hanno mai chiesto di accendere le luci di Natale di qualche città? No, non mi piacciono. Io le spengo!".

"Non mi piace il tacchino. Se sono vegetariano? No, Sara lo è. Il tacchino è un animale dall'aspetto sfortunato. Preferisco mangiare un'anatra di bell'aspetto". Il conduttore ha chiosato: "Sono felice che tu non abbia detto bird" ("uccello", ma anche nel senso di "ragazza" in inglese, ndr).

by oasisnotizie





domenica 18 dicembre 2011

Video: Noel Gallagher, intervistato in Canada, esclude la reunion degli Oasis (sottotitoli)

Lunga intervista a Noel Gallagher registrata in Canada prima del concerto di Toronto il mese scorso. Noel, alle prese con un intervistatore mai banale, si sofferma sul suo nuovo ruolo di frontman, sulla differenza tra cantautore e autore-cantante, sul suo rapporto con Internet, sulla sua attuale dimensione creativa e torna sulla possibile reunion degli Oasis nel 2015, che esclude categoricamente.

Sottotitoli in italiano by oasisnotizie.blogspot.com





Oggi nella storia degli Oasis

Il 18 dicembre 1994 usciva il singolo degli Oasis Whatever.





venerdì 16 dicembre 2011

Foto dal set di Dream On, prossimo singolo di Noel Gallagher

Il prossimo singolo dei Noel Gallagher's High Flying Birds sarà Dream On. Ecco due foto dal set del videoclip del singolo, che si gira in questi giorni e che sarà diffuso l'anno prossimo. Noel ha accennato alle riprese nell'ultimo post del suo diario.



Alan McGee: "Vedremo gli Oasis di nuovo insieme"


"Anche se non sarà per il tour del ventennale di Morning Glory (di cui si parla da mesi nell'ottica di una reunion per il 2015, ndr) penso che vedrete di nuovo suonare insieme gli Oasis, non come una band come i Primal Scream, ma secondo me faranno un enorme concerto benefico tra un po' di anni, ma devono smetterla di insultarsi".

Lo dice alla rivista NME Alan McGee, il capo della Creation Records che in un giorno della fine di maggio del 1993 scoprì gli Oasis in un locale di Glasgow.

giovedì 15 dicembre 2011

Ventiduesimo post del diario di Noel

Bene ... sono passati un po' di giorni, quindi ecco cosa mi ricordo.

Quella cosa di KROQ è stata di gran lunga la cosa più "strana" che abbia mai fatto. Non per una ragione particolare e diversa dal fatto che fosse solo bizzarra.

Queste cose sono messe su da stazioni radiofoniche. Quindi la gente (vincitori di concorsi) sembra sia interessata solo a quello che ha sentito nelle playlist trasmessa dalla sopraccitata stazione radio. Suoni qualunque cosa che non sia uscito come singolo (per quello che può significare al giorno d'oggi) e incontri la totale apatia. Secondo la stessa regola, suoni qualunque cosa che loro hanno sentito alla radio e le persone che sono lì vanno in visibilio. Come ho detto ... bizzarro.

Ho incontrato quella signora, Florence, dei Florence and the Machine. Ragazza simpatica. Non gliene poteva fregare di venire a conoscere il resto della band, però (senza offesa).

Così il giorno dopo eravamo allo studio della Warner Bros per fare quel Conan Show (O'Brien, non il barbaro). Giornata lunga. Sono riuscito a fare una capatina agli Hillside Studios - dove ho mixato l'album HFB - per vedere Man City-Chelsea. Siamo stati sconfitti. Siamo stati un po' sfortunati. Non è bello, però, perdere, visto che è qualcosa cui non siamo abituati ... almeno in questa stagione.

La cosa di Conan è andata bene alla fin fine.

Ora ... ieri tutti sono tornati a casa con il volo, lasciandomi qui a girare un altro video per un altro singolo. Sta diventando un 'Thriller' questo album. Quattro dannati singoli!!!! Mai sentito prima, eh??

Lo sto facendo con le stesse persone che finora hanno fatto i precedenti tre. Devo dire che può darsi sia stata la cosa PIU' divertente che abbia MAI vissuto su un set di un video. Terrò la bocca chiusa, ma ci siamo fatti quattro risate come si deve.

Oggi torno a casa con il volo. Ho un mese o giù di lì libero. Non vedo l'ora di vedere Nancy e le giovani pistole.

La prossima volta che sentirete parlare di me sarà nella fantastica città di Tokyo, nella fantastica nazione del Giappone. Cibo pazzo!! Ragazzi folli!! Interviste goffe!! Perdita del sonno!! Non mi stupisce che la chiamino la terra del sol levante.

SAYO-fottuta-NARA.

GD

oasisnotizie

14 dicembre 2011

Altri post dal diario di Noel

mercoledì 14 dicembre 2011

Noel Gallagher si esibirà al concerto dei Red Hot Chili Peppers a giugno 2012

NoelGallagher.com è lieto di annunciare che i Noel Gallagher's High Flying Birds saranno special guests al concerto dei Red Hot Chili Peppers in programma al Croke Park di Dublino il 26 giugno 2012.

Biglietti in vendita su Ticketmaster, punti vendita Ticketmaster o via telefono grazie al circuito ROI:

tel. 0818 719 300, Northern Ireland: 0844 847 24 55 and International: +353 1 4569 569

Video: Noel Gallagher: "Reunion degli Oasis? Il 2015 è una data ridicolmente lontana"

In questa intervista rilasciata prima della performance al festival natalizio organizzato dalla radio californiana KROQ, Noel Gallagher afferma che "il 2015 è una data ridicolmente lontana" per una reunion degli Oasis.

Sottotitoli by youtube.com/frjdoasisfan



Noel Gallagher: "Non augurerei a Liam niente di brutto. E sono il marito perfetto"

Ecco alcune dichiarazioni rese da Noel Gallagher alla rivista Grazia, mensile in edicola nel Regno Unito. Noel sembra porgere il ramoscello d'olivo al fratello:

"Non ho parlato con lui. Ovvio che ancora lo amo, ma non nel modo in cui amo mia moglie Sara e i bambini. Quando vedo una sua foto in una rivista non faccio: 'Awww'. Non gli augurerei mai niente di brutto. Deve scusarsi. Profondersi in scuse, e anche se lo fa può andarsene a fare in culo. Ha detto troppe cose. Non voglio entrare nello specifico, ma non metteteci dentro nessun altro. È una cosa brutta.

Poi Noel s'è definito il marito perfetto. "Sono un marito eccezionale. Amerei essere sposato con me stesso. Sono fantastico. Sono accomodante, sono piuttosto ricco. Non faccio ragazzate. Il mio vizio più grande è guardare partite di calcio. Sono molto bravo a letto e non ho mai fatto una cosa a tre, anche se ho avuto la mia buona dose di groupie".

oasisnotizie

martedì 13 dicembre 2011

Video: Noel Gallagher dal vivo al KROQ Festival di Los Angeles

Come vi avevamo riferito, l'11 dicembre i Noel Gallagher's High Flying Birds si sono esibiti al KROQ Almost Acoustic Christmas Festival di Los Angeles, organizzato ogni anno dalla stazione radio KROQ.

Clicca qui per vedere tutta la performance di Noel Gallagher (31 minuti, 7 video).



Video: Noel Gallagher dal vivo alla TV statunitense

Ieri sera i Noel Gallagher's High Flying Birds hanno suonato AKA... What A Life! a Live on Conan O'Brien, sulla TV statunitense.




lunedì 12 dicembre 2011

L'attore di Nowhere Boy nel film di Liam Gallagher sui Beatles?

Ha interpretato un giovane John Lennon in Nowhere Boy nel 2009, ricevendo il plauso della critica e del pubblico. Stiamo parlando dell'attore Aaron Johnson, che sarebbe il prescelto da Liam Gallagher per il film di cui è produttore. L'ex frontman degli Oasis, ora nei Beady Eye, sta lavorando da oltre un anno a un film ispirato al libro The Longest Cocktail Party di Richard DiLello, che narra le vicende della Apple Corps, l'azienda multidivisionale fondata dai Beatles nel 1968, due anni prima del loro scioglimento.

Il 21enne Johnson sarebbe "l'unico attore desiderato e pare ci siano buone possibilita che venga reclutato", riferisce una fonte al sito express.co.uk. "Liam è rimasto colpito da Aaron in Nowhere Boy. È parso immortalare lo spirito di Lennon meglio di qualsiasi altro attore. Aaron ha interpretato il ruolo in modo molto partecipato e la sensazione è che accetterebbe subito di reinterpretarlo se le circostanze sono quelle giuste. Ora tutto dipende solo dai programmi probabilmente".

Johnson ha una relazione con la 44enne Sam Taylor-Wood, regista di Nowhere Boy. La coppia ha un bimbo di un anno e mezzo ed è in attesa di un secondo figlio.

Alcuni mesi fa Liam aveva detto che avrebbe voluto Johnny Depp nel ruolo di Derek Taylor, capo dell'ufficio stampa dei Beatles.

oasisnotizie - via express.co.uk


Video: Divertente intervista a Noel Gallagher in Germania

Divertente intervista a Noel Gallagher in Germania. Si parla anche della querela di Liam a Noel (decaduta) e dei regali di Natale ricevuti da Noel.

Sottotitoli by youtube.com/frjdoasisfan



Ventunesimo post del diario di Noel

Allora … Mi sono svegliato ieri con la notizia che c'era stata - e qui cito - una sparatoria a meno di cinque minuti dal mio hotel!!

UNA SPARATORIA!!!!!!!!!!

Pare che un ragazzo (27 anni) abbia sparato alla cieca su sette persone in strada prima che la polizia gli sparasse in testa!!!!

Ma che cazzo?? Amo questo posto, ma porca troia, questa cosa è folle.

Ho fatto tre ore di macchina per raggiungere il luogo del concerto, che era a San Diego. Devo dire che è stato un viaggio piuttosto divertente. Autostrada lungo la costa del Pacifico, bellissimo sole, ho ascoltato canzoni con le cuffie per tre ore? Non ricordo quando sia stata l'ultima volta che ho vissuto il piacere di quella esperienza.

Il concerto era in una gran fottuta arena. Era il festival di Natale della stazione radio locale. Ne fanno molti quaggiù. Invitano gli artisti più passati in radio nel corso dell'anno e devono aver martellato con il mio disco. Non venivo invitato a qualcosa di simile da oltre 10 anni, forse di più!!!! Fai solo 30 minuti, quindi è un po' una seccatura e robe del genere. Tutte le hit, grazie e buonanotte.

Devo farne un altro stasera per quella stazione radio, KROQ? Non vedo l'ora. È qua vicino, lungo la strada, quindi il viaggio non sarà per nulla divertente come l'altro, ma forse avrò l'emozione aggiuntiva di essere sparato, forse!!!

Auguratemi buona fortuna.

A tra poco.

GD

oasisnotizie

11 dicembre 2011

Altri post dal diario di Noel

Video: Beady Eye live in Boston

Video dell'ultimo concerto dell'anno dei Beady Eye, l'altro ieri a Boston.







domenica 11 dicembre 2011

Noel Gallagher dal vivo a Los Angeles nella notte italiana

Quando in Italia sarà la notte tra domenica e lunedì i Noel Gallagher's High Flying Birds si esibiranno per la stazione radio di Los Angeles KROQ, nell'ambito dell'Almost Acoustic Christmas, evento che si tiene ogni anno e che consiste in una due giorni in cui alcuni artisti suonano in forma acustica al Gibson Amphitheatre della città californiana.

Lo show inizia alle ore 2.30 di questa notte (le 17.30 a Los Angeles). Noel salirà sul palco alle 4.20 ora italiana (le 19.20 a Los Angeles) e suonerà per mezz'ora.

Maggiori dettagli qui.

GUARDA LA DIRETTA QUI (la trasmissione comincerà alle ore 2.30 italiane)



Video: Noel Gallagher dal vivo a San Diego

Ieri sera i Noel Gallagher's High Flying Birds si sono esibiti a San Diego, al 91X Wrex The Halls. Clicca qui per vedere alcune foto.



I Beady Eye hanno concluso a Boston il lungo tour del 2011

Cala il sipario sul ricco 2011 dei Beady Eye. La band di Liam Gallagher, Gem Archer, Andy Bell e Chris Sharrock si è esibita ieri alla House of Blues di Boston, concludendo così il minitour nordamericano, ultima porzione di un lungo tour partito nel marzo 2011 a Glasgow per promuovere il disco d'esordio Different Gear, Still Speeding, uscito a fine febbraio. Clicca qui per vedere una photogallery della serata.

I Beady Eye hanno regalato ai fan italiani ben 5 date nel 2011 (Milano, Firenze, Venezia, Roma, Padova).

A febbraio il gruppo tornerà in studio per lavorare al prossimo album, che dovrebbe vedere la luce la prossima estate.

Video: Beady Eye live in New York

I Beady Eye si sono esibiti il 9 dicembre al Terminal 5 di New York.







Video: Noel Gallagher: "Tornare negli Oasis non è la vita che vorrei adesso"

In questa intervista al tabloid tedesco Bild Noel Gallagher dice che suona canzoni degli Oasis in versione acustica perché "sono canzoni mie, le ho scritte io" e dice che tornare negli Oasis "non sarebbe la vita che adesso vorrei per me".



sabato 10 dicembre 2011

Ventesimo post del diario di Noel

Allora ... Parigi?

Ho vissuto una fantastica serata. Il concerto è stato fantastico. L'atmosfera era fantastica.

Grazie a tutti per essere venuti in questo piccolo tour in Europa. Ce la siamo spassata. Alcuni dei concerti più belli finora.

Dopo il concerto sono tornato subito a Colonia per partecipare ad un talk show. L'Harald Schmidt Show? Il Letterman tedesco? No?

È stata la tipica scaletta:

- Arrivo.
- Seduto per un po' di ore.
- Faccio le prove.
- Seduto per un altro po' di ore.
- Faccio altre prove.
- Seduto per un altro po' di ore.
- Faccio ancora prove.
- Seduto.
- Faccio al cosa.
- Poi parto.

Ora mi trovo sotto il sole di Los Angeles. Quaggiù per fare un po' di promozione per Natale, tra le altre cose.

Pare che ci sarà eclissi d luna alle 6 domattina!! Quel fuso orario almeno tornerà finalmente utile per qualcosa.

A tra poco.

GD.

oasisnotizie

10 dicembre 2011

Altri post dal diario di Noel

Video: Beady Eye live in Washington

Video del concerto di giovedì dei Beady Eye al 9:30 Club di Washington. Clicca qui per vedere alcune foto della serata.







venerdì 9 dicembre 2011

Liam Gallagher: "Noel è un grande cantautore, ma fa rock’n’roll molto civile per le coppie"

Si conclude domani alla House of Blues di Boston un anno on the road per i Beady Eye. La band capitanata da Liam Gallagher si esibirà per l'ultimo concerto del 2011, mettendo fine ad un tour che dura da marzo e che ha toccato quattro continenti, per un totale di oltre 90 concerti. Il gruppo, che comprende anche gli ex Oasis Gem Archer, Andy Bell e Chris Sharrock, si prenderà un periodo di pausa per godersi il Natale, ma tornerà in studio già a febbraio per lavorare al nuovo album. Intervista a Liam Gallagher. Le foto sono tratte dal concerto della band al Wiltern Theatre di Los Angeles il 3 dicembre.

Con i Beady Eye avete avuto un approccio diverso quando sei andato in studio?

Abbiamo tipo fatto le prove di tutto l'album e l'abbiamo suonato come un concerto dal vivo, perché sapevamo che questo sarebbe stato il nostro ambiente. Quindi quando siamo andati in studio abbiamo lasciato che la cosa scorresse.

Quindi suppongo sia stato un processo più rapido di quelli che vivevate negli Oasis.

Senza dubbio. Oh, sì, se avessimo fatto un disco con gli Oasis lo staremmo ancora facendo adesso. Sarebbe venuto fuori due anni dopo. Ci sarebbero stati molti capelli strappati, molte unghie rotte.

È stata un'esperienza più godibile?

Sì, senza dubbio. L'abbiamo fatto uscire fuori in sole sei o sette settimane. Voglio dire, non sono un musico, ma penso abbia un certo carattere e un certo fascino. Andarci sempre col dente fine diventa noioso e da gente tutta preso da sé (dal suo culo, ndr). Non stiamo scrivendo una cazzo di sinfonia, non stiamo scrivendo opera, è solo musica rock ’n’roll. E se ti fa venire voglia di sfasciare le cose o di saltare e dare fottutamente di matto allora a me va bene.

Sembra che il processo compositivo e di registrazione sia stato più democratico rispetto al periodo con gli Oasis.

Sì, amico. È stata una cosa brutta. Nessuno era al comando. Per come la vedo io era come se tutti facessimo la nostra parte nello spingere la macchina mentre facevamo un giro per il quartiere, sai cosa intendo?

Anche se le canzoni sono firmate Gallager-Archer-Bell, ognuno di voi le ha scritte individualmente. È curioso che Andy abbia scritto Four Letter Word, perché quella è la canzone che forse alcuni ascoltatori sospettano parli di Noel.

Be', potrebbe. Noel ha dato fastidio a molte persone, non solo a me. Andy credo l'abbia tipo scritte con me in mente, il che è il segno di un buon fottuto cantautore. Se riusciamo a continuare a scrivere canzoni con me in mente penso che andremo lontano.

Perché avete scelto di non suonare canzoni degli Oasis in questo tour?

Gli Oasis si sono divisi, quindi l'ultima cosa che volevo facessimo era andare a suonare quelle canzoni. Crediamo nei Beady Eye, è questo quello che vogliamo fare, quindi volevamo far sapere alla gente che non ci occorre suonare queste canzoni degli Oasis. Ora non abbiamo detto che non lo faremo. Sicuramente ne suoneremo alcune nel prossimo tour. Vogliamo far finire quest'anno e far sapere alla gente che sappiamo pulirci il culo senza il grande Noel Gallagher, e penso che l'abbiamo fatto. Lui non l'ha fatto. Non è andato in tour a suonare il suo album di successo senza tuffarsi nel passato, e questa è la sua prerogativa. Ne suoneremo sicuramente alcune l'anno prossimo.

Tu hai una risposta pronta quando la gente grida i nomi di canzoni degli Oasis ai concerti?

Hanno pagato i loro soldi, possono gridare quello che cazzo vogliono.

Quando ho intervistato Noel qualche settimana fa, ha detto che pensava che il disco dei Beady Eye fosse buono.

Sono sicuro che pensi sia buono perchè è buono. Almeno è onesto.

Che ne pensi dei suoi High Flying Birds?

Ho solo sentito quello che ho sentito alla radio e l'avevo già sentito tutto prima, oenstamente. È rock’n’roll molto civile per le coppie.

Ha anche detto che è preoccupato che gli ascoltatori non pensino che la sua nuova musica sia bella come la vostra o quella degli Oasis. Tu te ne sei mai preoccupato?
No, non sono interessato alla competizione. Noel è un gran fottuto cantautore, è uno dei migliori cantautori usciti dal suo paese e rimarrà quello, nessuno lo discute. È solo che è un po' stronzo.

Ma le vacanze? Non c'è nessuno nella famiglia allargata che sia triste perché non vi vedrete a Natale?

Comunque come famiglia non siamo mai stati così. Mia madre veniva da me e poi andava da Noel ed è così che è andata sempre. Noel ha il riscaldamento troppo forte per stare in casa sua. Entri lì ed è come la fottuta sauna.

State già pensando al secondo album?

Oh, sì, senza dubbio uscirà l'anno prossimo. Cominciamo a febbraio. Non faremo concerti l'anno prossimo. Ci concentreremo su questo prossimo album. Pensiamo che ci serva sicuramente un grande, gran fottuto album con dentro grandi canzoni.

Hai la tua linea di abbigliamento, la Pretty Green. A cosa si ispira?

L'ispirazione è solo fare vestiti. Mi piacciono i vestiti dei Rolling Stones dell'epoca ’67-’69, i Beatles, gli Small Faces. Non si tratta di curare il cancro, è solo qualcosa che mi piace fare.

Quindi ti piacciono i tuoi vestiti come ti piace la tua musica?

Oh, sì, puoi scrivere la canzone migliore del mondo, ma se hai il look di un coglione per me non funziona.
oasisnotizie - via bostonglobe.com


Video: Noel Gallagher spiega The Death of You and Me



Video: Noel Gallagher dal vivo alla TV tedesca con mini-intervista

Mercoledì Noel Gallagher si è esibito dal vivo all'Harald Schmidt Show cantando If I Had a Gun ed è stato intervistato alla fine della performance. Ecco il video completo.



giovedì 8 dicembre 2011

Video: Noel Gallagher dal vivo a Parigi

I Noel Gallagher's High Flying Birds hanno suonato martedì 6 dicembre al Casino di Parigi. Clicca qui per una ricca photogallery del concerto.







Video: Beady Eye live in Milwaukee

I Beady Eye si sono esibiti martedì 6 dicembre alla Rave Ballroom di Milwaukee.







mercoledì 7 dicembre 2011

martedì 6 dicembre 2011

Ecco il dietro le quinte di AKA... What A Life!

In questo video il dietro le quinte del videoclip ufficiale di AKA... What A Life!, singolo dei Noel Gallagher's High Flying Birds.

Noel in questo video si dice sorpreso che Russell Brand, il comico e conduttore britannico suo amico, abbia preteso di prendere parte al video: "Non sono un attore di Hollywood, e qualcuno potremme dire che neanche lui lo è, così gli ho detto di portare qualunque cosa avesse, di portare le sue grandi pistole e avremmo fatto una ripresa".

Il secondo singolo tratto dal disco d'esordio dell'ex Oasis è giunto alla posizione numero 20 della singles chart, mentre il video (non disponibile in Italia) del singolo su YouTube ha totalizzato oltre 340.000 visualizzazioni da ottobre ad oggi.

oasisnotizie - via digitalspy.com



Diciannovesimo post del diario di Noel

Allora ... Colonia? Sì, è stato bello. Freddo, umido e ventoso, come al solito.

È giunta una notizia grandiosa durante il soundcheck. Il City e lo United sono stati sorteggiati insieme in FA Cup!!! E, cosa più importante, io credo di esserci!!! Andiamo, cazzo.

Il concerto è stato un concerto grande, relativamente parlando. 4000 persone. Grande atmosfera ... (amico). Rovinata solo un po' da alcuni stronzi inglesi ubriachi che mostravano la loro inglesità in prima fila. Perché gli inglesi insistono nel fare ciò? È imbarazzante ... non mi stupisco che tutti li odino.

Serata eccezionale, come sempre.

Sono arrivato a Patigi ieri mattina verso le 7!! Era ancora buio quando scendevo dal bus. Tetro, cazzo … e soggiorno nello stesso hotel di quando ero qui per un concerto. (Sapete ... quando accadde l'"incidente"?). Mi ha riportato alla mente alcuni ricordi pesanti (amico).

Il giorno libero è stato bello però. Ho girovagato un po'. Non avevo una meta in particolare. Mi sono perso. M'è piaciuto.

Devo andare ....

A tra poco. Sto per finire il resto.

GD

oasisnotizie


6 dicembre 2011

Altri post dal diario di Noel

lunedì 5 dicembre 2011

Video: Noel Gallagher, intervista in Nuova Zelanda (sottotitoli in italiano)

In questo video di circa 26 minuti una bella intervista a Noel Gallagher pubblicata il 20 ottobre 2011 da un sito neozelandese. Sottotitoli in italiano by frjdoasis. Enjoy





Noel Gallagher: "Vorrei baciare Mourinho. E anche mia moglie vorrebbe"

Gande impatto della copertina di Mourinho su Rolling Stone

I giornali fanno eco alla nostra scelta dell'allenatore blanco come 'rockstar' dell'anno.

Dice la sua anche il cervello degli Oasis, Noel Gallagher.

(da Rolling Stone)

Nella foto a lato il maggiore dei Gallagher con una copia del numero di dicembre di Rolling Stone (foto di Tomas Canet).

La combinazione delle parole "José Mourinho + Rolling Stone + rockstar" su Google dà un'idea dell'impatto che ha avuto la scelta dell'allenatore blanco per la nuova copertina della rivista. Da Noel Gallagher a giornali come "El País","El Mundo", "As", "Marca", "la Cadena Ser", giornali portoghesi o italiani, tutti fanno eco alla nuova copertina di Rolling Stone, che è uscita oggi nei negozi. Il lungo articolo parla del nuovo ritratto dell'allenatore bianco con dichiarzioni e opinioni di giornalisti , musicisti, etc.. "Qual'è stata la sua grande impresa per occupare l'articolo principale del nostro giornale?" La frase che lo accompagna nella copertina dice tutto: "La machiavellica arte d'irritare tutti".

E l'ex Oasis Noel Gallagher,come si può notare dalla foto, è entusiasta del risultato.
Il musicista inglese,che ha visitato il nostro paese lo scorso fine settimana,si è dichiarato un fan di Mou. Noel ha detto che il portoghese è uno dei suoi eroi. E aggiunge: "Vorrei baciare Mourinho. E anche mia moglie vorrebbe dargli un bacio". Cosi dice El País della copertina di Rolling Stone.

El País non è stato l'unico giornale nazionale che ha pubblicato la nostra copertina di dicembre tra le notizie di oggi. Sulla pagina di "El Mundo" la notizia della candidatura di Mourinho come personaggio principale di dicembre di Rolling Stone è inserita nella sezione sport. L'articolo dice: "Se considerare un'arte la categoria d'irritare tutti" è un requisito essenziale per essere una rock star, con l'allenatore hanno centrato in pieno.

Non bisogna dimenticare le citazioni sull'edizione online di Cadena SER e del programma PuntoyPelota del canale tv Intereconomía.

E naturalmente la notizia non è sfuggita ai giornali sportivi, che mantengono una relazione di amore e odio con il polemico allenatore, uno specialista nel dare titoli durante le conferenze stampa. I siti web dei quotidiani sportivi "AS", "Marca", "Sport" e "Mundo Deportivo" hanno pubblicato notizie su questa nuova pietra miliare nella vita di Mou.

L'impatto non si limita al nostro paese. In Italia il giornale di informazione sportiva per eccellenza, La Gazzetta dello Sport, ha scelto l'immagine di Mourinho come la foto del giorno, presente sulla copertina di questo sito. Nel paese d'origine del coach, il Portogallo, il sito ha dedicato alcune righe al suo allenatore più famoso, convertito in stella del rock per la nostra rivista.

1° dicembre 2011

tradotto da MariaGrazia
Fonte: Amplia repercusión de la portada de Mourinho en 'Rolling Stone'


Video e foto: Noel Gallagher dal vivo a Colonia

I Noel Gallagher's High Flying Birds ieri sera erano in concerto al Palladium di Colonia.

Clicca qui per vedere una photogallery della serata.



domenica 4 dicembre 2011

Diciottesimo post del diario di Noel

Sono lieto di comunicare che c'è almeno QUALCOSA da comunicare della nostra sosta a Copenaghen.

Un posto adorabile. Gente meravigliosa, quindi ecco qui ...

La giornata è cominciata con una puntatina alla Nordic television, la TV di stato. Mi hanno ospitato (chiunque fossero non lo so) ad una trasmissione televisiva di primo mattino chiamata "Weekend Weekend". Bello averle dato due volte lo stesso nome!!!! Come potete immaginare la trasmissione in sé era un po' strana. Consisteva in un po' di presentatori televisivi seduti ad un'alta tavola rotonda con i gomiti sulla tavola che parlavano di … be', non sono proprio sicuro di cosa stessero parlando visto che il mio danese è un po' arrugginito in questi ultimi tempi. Era un po' come quella cosa che fa Tim Lovejoy in Inghilterra di domenica.


Quindi c'eravamo io, un cantautore danese, un ragazzo che è - ed è un virgolettato - "la principale autorità della Danimarca in quel santo strumento che è il Mellotron" (ho inventato il "santo") e, com'era piuttosto prevedibile, uno chef celebre, che mi avrebbe cucinato una colazione inglese.

Ora ... perché si chiama colazione "inglese"? Qualcuno lo sa?

Uno dei presentatori ha parlato dello chef chiamandolo "un cazzo, cock, premiato con la stella da Michelin" a un certo punto!!!! (Intendeva cuoco, cook, presumo)


Quindi in ogni caso, dopo i soliti convenevoli ... sapere che è successo? C'eravamo io e l'esperto del Mellotron seduti attorno ad un Mellotron a discutere le virtù - molte - di quel meraviglioso strumento. Abbiamo discusso dei grandi momenti con il Mellotron nella storia del rock, vale a dire Nights In White Satin, Strawberry Fields, etc. …


Ora sul fatto che qualche cosa di queste sia interessante per il vostro telespettatore medio della trasmissione mattutina di Nordic non lo afferro, sai ... comunque sia, la trasmissione è terminata con un quiz sui Beatles!!


Il concerto si è tenuto in una sala per eventi musicali. Posto incredibile. Era come suonare in una scatola di legno esagonale. Bellissima.


Abbiamo suonato in cerchio e devo dire che è stato grandioso. Essere circondato da un sacco di bellezze nordiche è una bella roba, lasciate che ve lo dica.


A un certo punto un bimbo è venuto sul palco a passo lento!! Aveva solo 5 anni!! Pensate solo a quante potenziali magliette potrà acquistare nel corso della sua vita!!! Penso che suo padre abbia colto l'opportunità per scattare una foto tra le canzoni e lo abbia mandato fin lì. Charlie, credo si chiamasse così. Era di Manchester, credo!!


Una serata eccezionale, eccezionale. Il mio concerto preferito di questo tour finora. Ben fatto.


Mi trovo in Gemania. A Colonia, per l'esattezza.


Non vedo l'ora di prendere possesso dei giornali della domenica. Il City ieri ha sparato altri 5 gol. Ci stiamo pavoneggiando ora. Nessuno fa meglio di Super Mario, che ha segnato sinora il gol della stagione. Andate a vederlo, è buffo. Quei ragazzi mi fanno morire.


A fra po'.

GD


(grazie a Claudia per la foto scattata dalla prima fila della Koncerthuset)

oasisnotizie


4 dicembre 2011

Altri post dal diario di Noel



Video: Noel Gallagher dal vivo a Copenaghen

Ieri sera il tour dei Noel Gallagher's High Flying Birds ha toccato Copenaghen, precisamente la DR Koncertsalen della capitale danese.



Audio - Noel Gallagher. "Non so cosa farò tra due anni, non so se farò il tour del prossimo disco"

Noel Gallagher ha parlato con la radio olandese 3FM prima del concerto ad Amsterdam del 30 novembre. Audio sotto la traduzione.

Queste le parole di Noel: "Dopo che gli Oasis si sono divisi, per dieci mesi non ho fatto nulla. Ho fumato un po' di sigarette, bevuto un po' di te, ho guardato un po' di partite di calcio e sono rimasto vicino a casa, perché ero stato via molto tempo e allora avevo un bambino piccolo a casa. E poi dopo dieci mesi mia moglie era seccata di avermi in casa e ha deciso che sarebbe stato meglio se fossi andato in studio. Poi il primo giorno delle registrazioni mia moglie mi ha telefonato e mi ha detto: 'Sono incinta'. E io: 'Cazzo, wow!'. Quindi è stata una corsa per finire l'album prima che lei partorisse. Ho vinto!".

"Non avevo nessun programma dopo aver lasciato gli Oasis, ma sono un cantautore, capisci? Vorrei essere il tipo di persona che si siede e pensa: 'Cazzo, vado in pensione'".

Noel ha poi confermato di non aver indetto provini per reclutare i membri della band: "Non volevo andare a chiedere ad altri musicisti, perché avrebbe voluto dire che loro avrebbero dovuto lasciare le loro band e non volevo questo. Ho solo aspettato che squillasse il telefono. E ha squillato".

"Non mi sono dato degli obiettivi quando ho cominciato. Non ho aspettative per questa cosa che sto facendo. Quindi forse tra due anni non starò facendo più questo. So che fino alla fine del prossimo anno andrò in tour con questo disco, poi ho un altro disco e non so se con quello andrò in tour. Non faccio mai programmi simili. Non lo dico in senso pessimistico, ma non si sa mai cosa può succedere: il primo giorno che stavo registrando mia moglie mi ha telefonato e mi ha detto che era incinta, quindi chissà cosa può succedere ... Non ho aspettative se non ... sai, fare il tour ed essere felice".

Noel ha poi detto che "in studio non mi piace cazzeggiare e guardare la TV" e ha chiarito la sua posizione sulle collaborazioni musicali: "Se qualcuno me lo chiede ed è interessante allora lo faccio, ma non mi siedo a pensare che potrei fare qualcioosa con Kanye West, capisci? Mi piace crivere le canzoni per conto mio, sono bravo in quello. In passato l'ho fatto, con Paul Weller e i Chemical Brothers. Se capitano le faccio, ma non le 'insegui'. Sono una persona molto pigra".

oasisnotizie



Ascolta ora il remix di UNKLE di AKA ... What a Life!

Ascolta il remix di AKA ... What a Life! dei Noel Gallagher's High Flying realizzato da UNKLE trasmesso in anteprima ieri su BBC Radio 1 da Pete Tong.



Video: Beady Eye live in Los Angeles

Ieri sera i Beady Eye si sono esibiti al Wiltern Theatre di Los Angeles. Anche Mani degli Stone Roses in mezzo al pubblico. Liam Gallagher ha dedicato una canzone a "gli strani tipi di Scientology", la setta religiosa che ha sede nella città. Prima di Bring The Light ha chiesto al pubblico: "C'è qualche membro di Scientology nel pubblico, questa sera?". Applauso generale, poi Liam ha aggiunto: "Ci sono, si? Be', questa è per voi matti".



sabato 3 dicembre 2011

Diciassettesimo post del diario di Noel

Compagni.

Allora ... Bruxelles? Niente da dichiarare, sul serio. Il concerto è stato un po' più vivace de solito. Ha piovuto. Mi sono fatto una bella dormita stanotte ... e questo è quanto.


Sono a Copenaghen. Sta piovendo. E mi sono appena fatto una gran bella dormita stanotte.

Chi h
a detto che il rock'n'roll era morto? Il ragazzo che mi ha appena portato la colazione!! (Non l'ha detto proprio).

A fra un po'.
GD

3 dicembre 2011

(translated by Ilaria)

Altri post dal diario di Noel

Sedicesimo post del diario di Noel

Quindi ... Amsterdam? (O com'è nota a molti "The Dam").

Era un bel po' fottutamente sinistra, ad essere onesti. Fredda, umida e ventosa.

Stavamo suonando in una cavolata di posto come Melkweg, o com'è nota a noi sudditi della Regina "La Via Lattea". Il che è ironico perchè la prima volta in assoluto in cui ho visitato "The 'Dam" era negli anni '80 quando lavoravo per quella band, gli Inspiral Carpets? Cercateli su Google.

Comunque abbiamo suonato proprio nello stesso posto.

Ho un ricordo molto vivido di me stesso fottutamente fuori di testa per aver assunto qualche pazzesco tipo di erba che prova (a vuoto) a sistemare il kit del batterista. Penso che mi ci siano volute tre ore, cosa che tende a succedere quando sei fatto. E quando è arrivato il batterista mi ha debitamente informato che la fottuta roba era, in effetti, montata sottosopra e al contrario!

Un buon concerto comunque. È stato un evento molto rilassato. Mi sono fatto quattro risate con delle persone nel pubblico. Una bella serata in tutti i sensi.

La grande notizia al momento, comunque, è che il Man City e il Liverpool sono stati estratti insieme alla semifinale della Carling Cup. Sto sperando che la posta in gioco alle scommesse sia un po' più interessante stavolta ... sapete ... una ciambella e un bicchiere di latte? Un gelato, forse? Probabilmente un po' di soldi veri cambieranno mani stavolta!!!!

Attualmente mi trovate nel punto di riferimento europeo per tutte le cose beige ... Bruxelles. (Yaaaawn) [sbadiglio]

A fra un po'.

GD

1° dicembre 2011

(translated by Ilaria)

Altri post dal diario di Noel

I Noel Gallagher's High Flying Birds suoneranno all'Isle of Wight Festival

I Noel Gallagher's High Flying Birds suoneranno all'Isle of Wight Festival il 24 giugno 2012 e si esibiranno prima di Bruce Springsteen & The E Street Band.

Biglietti qui

venerdì 2 dicembre 2011

Liam Gallagher: "Noel parassita del cazzo che suona Oasis, circondato da leccaculo. Mai più in una band con lui, ma nel 2015 per i fan ..."

I Beady Eye si esibiscono sabato 3 dicembre al Wiltern di Los Angeles e Liam ha rilasciato un'altra intervista pepata, in cui non mancano certo gli attacchi al fratello. Eccone la traduzione.

Da quando Noel ha lasciato la band sembra che tra voi quattro ci sia molta più armonia. Questo si è riflettuto nei concerti della band?

Direi di sì. Quello a cui penso quando vado sul palco è solo questo: mettere giù la testa e darci dentro con la musica. Non provo a pensare a nessuna delle altre scemenze. Gli stacchi tra le canzoni sono corti, è questa la grande differenza. Noel di solito accordava per nove ore e ammazzava il ritmo per quanto mi riguarda. Ma ora non accordiamo e andiamo dritti al dunque ed è molto bello, come veri grandi tipi.

Perché, ragazzi, avete deciso di suonare in luoghi più piccoli?

Abbiamo solo un album e siamo una nuova band ancora. La cosa importante è che non stiamo suonando canzoni degli Oasis. Se lo stessimo facendo i luoghi forse sarebbero un po' più grandi. Ma nessuno qui (negli USA, ndr) ha sentito ancora la nostra musica.

Trovate difficile andare di fronte ad un pubblico che potrebbe essere venuto per gli Oasis, mentre suonate solo canzoni dei Beady Eye?

Ci vogliono le palle per andare sul palco e non suonare canzoni degli Oasis. Ancora non mi mancano quelle canzoni, ma le suoneremo sicuramente nel prossimo tour. Volevamo solo far uscire questo album e far sapere alla gente chi siamo e che stiamo bene senza Noel Gallagher. Fino a quando non farete prendere il sopravvento alla nostalgia, noi terremo sicuramente gli occhi sul futuro. Quindi invece di suonare 10 canzoni degli Oasis ne suoneremo due o tre.

In recenti interviste Noel sta dicendo che suonerà il 70% del nuovo materiale, mentre il 30% saranno canzoni degli Oasis ...

Senti che ti dico: suona materiale Oasis per il 50%, il che per me dice che lui è un totale parassita del cazzo. È un completo sacco di merda del cazzo.

Credi sia invidioso del fatto che voi quattro siate rimasti insieme e che stiate continuando senza di lui?

No, ne sono sicuro, perché l'ego di Noel è troppo grande per questo. È circondato da molti leccaculo che gli dicono che è fantastico ogni cazzo di minuto.

Il processo compositivo e di registrazione l'hai trovato più democratico senza tuo fratello?

Con la roba degli Oasis dovevo aspettare sino alla fine della sessione per registrare. Era fottutamente noioso e alquanto frustrante. Quando entravo e facevo le canzoni non c'era nessuno lì tranne me e il fottuto produttore. Ora posso registrare la parte vocale con le chitarre e tutti gli altri lì, quindi è proprio figo.

Secondo alcune notizie andresti in tour come Oasis con Noel per il ventennale di (What's the Story) Morning Glory?, che suonereste tutto. C'è del vero in questo?

Lo farei per i giusti motivi. Se i fan vogliono sentirlo allora lo farò. Non lo faccio per soldi né perché sono un pallone gonfiato. Lo farei per i fan e lo farei per l'album, ma sostanzialmente è così. Non è che stia dicendo che voglio tornare in una band con Noel: preferirei mangiare la mia merda piuttosto che stare di nuovo in una band con lui. È uno stronzetto triste, se sai cosa intendo. Ma se i fan lo vogliono, però, lo farei.

In una recente intervista hai detto che qui negli Stati Uniti la tua città preferita è New York. Perché non è Los Angeles la numero 1?
Non ho nulla contro L.A., ma New York è quello che fa per me. Ho trascorso alcuni bei periodi a L.A. e anche periodi di merda in altri posti.

Il famigerato concerto del 1994 degli Oasis al Whisky si dice sia stato alimentato da un pesante uso di droga. Come pensi si possa paragonare a quel concerto il primo concerto dei Beady Eye a L.A.?

Onestamente quello non me lo ricordo. Si dice molta merda su quel concerto, ma non me lo ricordo proprio. Posso dire questo: i Beady Eye al momento stanno spaccando e siamo pronti a suonare di nuovo a Los Angeles.

È vero che il materiale che compare sull'album dei Noel Gallagher's High Flying Birds, come "Stop the Clocks" e "(I Wanna Live in a Dream in My) Record Machine" un tempo sarebbero dovute essere canzoni degli Oasis?

Be', è quello che pensavo anch'io. Ma devi chiedere a Noel Gallagher, lui di sicuro ha un piano superiore (masterplan, ndr). Ma non ci importa di quello o di lui ora. Siamo i Beady Eye, siamo rumorosi e orgogliosi (loud and proud, ndr).

traduzione by oasisnotizie - via L.A. Daily

Video: Noel Gallagher dal vivo a Bruxelles

Ieri sera Noel Gallagher e gli High Flying Birds si sono esibiti all'Ancienne Belgique di Bruxelles.



Video: Beady Eye live in Seattle

Qui alcuni bellissimi video del concerto di mercoledì sera dei Beady Eye a Seattle.




giovedì 1 dicembre 2011

Guarda l'intervista completa a Noel Gallagher su Radio DeeJay

Noel Gallagher è stato ospite di DeeJay Chiama Italia su Radio DeeJay nella mattinata del 28 novembre, prima del concerto all'Alcatraz di Milano.

Ecco il video integrale dell'intervista, registrato per voi.

See youtube.com/frjdoasisplus



Foto dei Beady Eye dal vivo e arrivo a Vancouver

Clicca qui per vedere alcune foto dei Beady Eye in concerto a Vancouver e qui per vedere una photogallery del loro arrivo nella città canadese (chi le ha scattate scrive di un Gem ebbro). Qui alcune foto dei Beady Eye che arrivano per il soundcheck.

Foto di Noel Gallagher ad Amsterdam

Clicca qui per vedere alcune foto del concerto di ieri di Noel Gallagher ad Amsterdam.

Oggi nella storia degli Oasis

1° dicembre 2008 - Esce oggi il singolo degli Oasis. Si chiama I'm Outta Time ed è il secondo brano estratto dall'album Dig Out Your Soul. Verso la fine di questa grande ballad scritta da Liam Gallagher si sente la voce di John Lennon.

Il singolo entrerà solo al 12° posto nella classifica dei singoli nel Regno Unito, uscendo nella settimana successiva. Dal 1994, con tutti i 22 singoli precedenti a questo, gli Oasis avevano sempre raggiunto almeno la decima posizione.



Video: Noel Gallagher dal vivo ad Amsterdam

Noel Gallagher si è esibito ieri sera ad Amsterdam. Il pubblico è sembrato un po' immobile e tra le prime file s'è vista anche qualche arzilla signora canuta. Noel ha parlato spesso con il pubblico, scherzando sulle origini statunitensi del suo chitarrista Tim ("Dite che vi va bene perché gli americani vi hanno salvato il fottuto culo durante la seconda guerra mondiale ...") e rimproverando uno spettatore che gridava nomi di canzoni che voleva sentire dal vivo: "Ho fatto un concerto nella fottuta Milano l'altro giorno e mi chiedevano continuamente a gran voce canzoni che peraltro non suonerò. Quindi stop".

Abbiamo registrato i video in diretta. All'indirizzo http://www.youtube.com/playlist?list=PL7E64CCF0B59469F0 trovate la playlist per assistere all'intero concerto (in continuo aggiornamento).





If I Had a Gun terzo singolo di Noel in UK

I Noel Gallagher's High Flying Birds pubblicano il terzo singolo in UK: è If I Had a Gun, già edito in Europa come secondo singolo. Sarà disponibile solo nel Regno Unito in versione CD, 45 giri e versione download dal 26 dicembre 2011. La b-side del singolo è I'd Pick You Every Time.

Video - Noel Gallagher intervistato: "Ho fatto un favore a tutti andandomene dagli Oasis"

Noel torna sulla divisione degli Oasis e parla della sua nuova carriera solista in questa intervista per la CBS che abbiamo sottotitolato in italiano. Dice anche che non suonerà mai più negli stadi.



mercoledì 30 novembre 2011

Ascolta e vedi Noel Gallagher dal vivo tra pochi minuti


Ore 20.26 - Tra pochi minuti inizia il collegamento. Noel Gallagher's High Flying Birds live at Melkweg, Amsterdam, in diretta qui dalle 20.30 http://www.eurovisionculture.tv/eurovisionculture/site/index.html e su Rai Radio2 dalle 21.

Video: Beady Eye live in Vancouver

È partito ieri sera a Vancouver, in Canada, l'ultimo tour dell'anno dei Beady Eye. Ecco alcuni video del concerto alla Commodore Ballroom.









Rivedi tutto il concerto di Noel Gallagher a Milano

Clicca qui

martedì 29 novembre 2011

I Beady Eye scherzano alla radio. Liam: "Bieber? C'è di peggio. Chi? Noel Gallagher"

I Beady Eye hanno concesso un'intervista prima del loro concerto del 15 novembre a Birmingham.

Scopriamo che Chris Sharrock, essendo il più basso del gruppo, "vincerebbe a pugni tra noi quattro", parola di Liam. Gem rivela che il figlio mette latte e zucchero nel tè, "molto sbagliato".

Scarterete insieme i regali a Natale? "Non siamo i Monkeys", dice Chris. "Saremo tutti a Londra", dice Andy, "a parte Chris", aggiunge Gem. "Sarò a Liverpool", dice il batterista.

Grandi risate alla domanda della giornalista a Andy, che ha detto che si travestirà da Babbo Natale: "Hai figli? Davvero?". Tra le risate Andy ha detto: "Perché, ti sembra strano?".

Liam, se mandassi una cartolina di Natale cosa scriveresti? "Cosa scriverei? 'Ti regalo un paio di palle per Natale, fottuta merdina' ... ".

Poi Liam ha detto che la band inizierà a lavorare al nuovo album a febbraio, "quando la sbronza sarà stata smaltita. A che ora? Andiamo lì alle 12, è un bel numero, poi spariamo merdate per un'ora e mezza". Poi Andy ha detto che "il primo giorno di registrazioni è sempre una delusione, tranne che per Chris che fa il bassista, tunz tunz ...". "Scusate se vi ho deluso", ha replicato Chris.

Liam, mi hanno detto che sei fan di Justin Bieber, è vero? "Non mi dà fastidio, sì. L'ho sentito suonare la chitarra e penso sia talentuoso, è un vero musicista, è a posto. C'e di peggio, molto. Chi? Noel Gallagher. Bieber non fa parte del mio mondo, ma non mi infastidisce".

translated by oasisnotizie


Noel Gallagher dice che la colpa del "fallimento" degli Oasis in America è di Liam

Noel Gallagher dice che la colpa del "fallimento" degli Oasis in America è di Liam.

Il maggiore dei Gallagher attacca il fratello Liam, accusandolo del fatto che gli Oasis non hanno veramente sfondato in America.

Il chitarrista, che ha pubblicato il suo album solista d'esordio Noel Gallagher's High Flying Birds il 17 ottobre di quest'anno, ha rivelato che suo fratello andò via la serata di apertura del tour americano della band nel 1996 dopo che l'allora moglie Patsy Kensit lo chiamò dicendo che avevano bisogno di comprare una casa.

Noel ha continuato dicendo che il comportamento di suo fratello "ci ha fatto mettere una pietra tombale in America" e attribuisce a lui la colpa del "perché gli Oasis non sono diventati grandi in America come lo siamo stati in Inghilterra".

Parlando con il New York Times, Noel ha detto di uno dei primi tour della band negli Stati Uniti: "Mentre io stavo salendo sull'aereo lui scendeva perché sua moglie lo aveva chiamato, dicendo: 'Abbiamo bisogno di acquistare una casa.' Quello che fecero nei tre mesi precedenti nessuno lo sa. Probabilmente si raccoglievano moscerini dai capelli a vicenda come le scimmie".

Ha continuato: "Il primo concerto è stato in una arena da 16.000 posti e il cantante non si presentò. Quello ci ha fatto mettere una pietra tombale in America. Questo è il rock'n'roll. Vorrebbe Johnny Rotten comprare una casa alla vigilia di un tour americano? Keith Richards? John Lennon? O lo vuoi o no, e io incolpo lui per il fatto che non siamo mai diventati grandi in America come lo siamo stati in Inghilterra."

oasisnotizie - via nme.com

Noel Gallagher: la recensione dello show di Milano

Aggiungi immagineVIDEO PROFESSIONALE DI NOEL GALLAGHER DAL VIVO A MILANO - Clicca qui

29 nov 2011 - Si possono rimproverare tante cose a Noel Gallagher, ma è difficile negare una cosa: in questi anni l’artista di Manchester ha creato un popolo, anche al di fuori dell’Inghilterra. È quello dei fan degli Oasis. Certo, i meriti vanno dati anche in parte a suo fratello Liam, che per tanti anni ci ha messo la faccia e la voce. Però le canzoni “pesanti” di fatto le ha firmate tutte “The chief”. E stasera una parte, seppur piccola, di questo popolo è proprio qui a gremire l’Alcatraz di Milano. Lo si nota dalle t-shirt dei Beatles, dalle pettinature a caschetto e perfino dalle magliette del Manchester City indossate da diversi spettatori.

Alle nove in punto si comincia, in pieno stile british. Parte la versione remix di “If I had a gun” realizzata dagli Amorphous Androgynous, un antipasto del nuovo album previsto per il 2012. Poi ecco Noel insieme ai suoi High Flying Birds: Jeremy Stacey, Russell Pritchard, Mike Rowe e Tim Smith. Il primo pezzo in scaletta è “It’s good to be free”, vecchia b-side degli Oasis che i maligni potrebbero quasi leggere come un messaggio ai vecchi compagni di avventura. Poi tocca a “Mucky fingers”, pezzo datato 2005 che omaggia i Velvet Underground e Bob Dylan. Un inizio nostalgico, ma che scalda subito gli animi. La prima canzone del nuovo repertorio è invece “Everybody’s on the run”, riproposta in una veste elettrica che convince. Così come “Dream on”, il pezzo più orecchiabile e felicemente pop del nuovo corso.

Dopo un “Buonasera Milano” di rito, parte invece “If I had a gun”, cantata da tutti come se fosse già un classico. Le nuove canzoni dal vivo funzionano, ma con qualche piccola eccezione. La scelta di renderle più rock, rispetto alla veste principalmente orchestrale del disco, fa bene ai pezzi sopracitati. Meno agli altri, come “Soldier boys and Jesus Freaks” e “Aka…Broken arrow”, che sentono la mancanze delle pennellate acustiche originali. Va meglio invece con “The death of you and me”, divertente spaghetti-western in salsa Kinks, e con il ritornello killer di “(I Wanna Live in a Dream in My) Record Machine”, sicuramente tra i pezzi migliori del debutto solista di “The Chief”. A tratti poi Noel recupera volentieri le schegge del passato: il set acustico, con Noel alla chitarra e Mike Rowe al piano, per “Wonderwall” e “Supersonic” scatena un sing-along da brividi, che rende quasi difficile sentire la voce del cantante. Toccante invece l’esecuzione di “Talk tonight”, altra b-side che avrebbe meritato un destino ben diverso. La voce di Noel non è proprio al top e soffre a tratti, ma visto il contesto glielo si può perdonare.

Il pubblico è davvero uno spettacolo a parte. Quasi ogni canzone è cantata a squarciagola, mentre partono cori da stadio tra un pezzo e l’altro. Ad un certo punto c’è anche un simpatico siparietto. Gli spettatori chiedono al gruppo di suonare “The Masterplan”. La risposta è in pieno stile Gallagher: “La volete? Perfetto. Conoscete iTunes? Costa solo un euro”, risponde “The Chief” ridendo. Così in tutta risposta la platea dell’Alcatraz, approfittando di un momento di pausa, inizia a intonare la canzone per conto suo e si guadagna pure un applauso dalla band. Un minuto di divertimento puro.
“Noi amiamo Balotelli”, dichiara Noel prima di dedicare a Super Mario “Aka…What a life!”. Poi c’è la ballata folk “Half the world away”, ancora pescata dal repertorio degli Oasis, che apre la strada allo stomp rock-blues di “(Stranded On) The Wrong Beach”. Fine del set regolare.

Dopo qualche minuto di pausa, partono i bis. Neanche a dirlo, con tre singoli che in passato Noel ha scritto e cantato. Si parte con “Little by little”, bella e intensa anche grazie all’assolo di Tim Smith, l’unico americano della band e in passato già turnista di Sheryl Crow. “The importance of being idle”, uno dei tanti omaggi di Noel al genio di Ray Davies, è il secondo pezzo in scaletta estratto da “Don’t believe the truth”. E poi c’è il gran finale, che non poteva non essere “Don’t look back in anger”. Forse la canzone più bella mai scritta dal chitarrista di Manchester, da sempre uno dei momenti caldi dei suoi concerti. Una manna per il pubblico presente e un bel modo per chiudere le danze.

Insomma, Noel Gallagher ormai è un solista ma non ha dimenticato la sue vecchia band. È innegabile che i momenti migliori del suo live siano quelli pescati dal passato, anche se tra i pezzi nuovi ce ne sono almeno un paio che non sfigurano affatto. La sua sfida in futuro sarà quella di non rimanere troppo schiacciato dalla storia degli Oasis e di crearsi una seconda giovinezza artistica. Ma non è solo. Con questo popolo al fianco, per lui sarà tutto più semplice.

(Giovanni Ansaldo, rockol.it)

Setlist:

1. (It’s Good) To Be Free
2. Mucky Fingers
3. Everybody’s on the Run
4. Dream On
5. If I Had a Gun…
6. The Good Rebel
7. The Death of You and Me
8. Freaky Teeth
9. Wonderwall
10. Supersonic
11. (I Wanna Live in a Dream in My) Record Machine
12. AKA… What a Life!
13. Talk Tonight
14. Soldier Boys and Jesus Freaks
15. AKA… Broken Arrow
16. Half The World Away
17. (Stranded On) The Wrong Beach

Encore:

18. Little By Little
19. The Importance of Being Idle
20. Don’t Look Back In Anger


LinkWithin

Related Posts with Thumbnails