venerdì 15 dicembre 2017

Liam Gallagher: "Nuovo disco? Forse dopo agosto. Piantiamola di fare i coglioni lunatici e diamo ai fan quello che vogliono. Amo il brodo di pollo tre ore prima del concerto"

"Nuovo album? Al momento non sto scrivendo niente, me la sto spassando troppo facendo questo. Faremo questo sino ad agosto e se c'è una piccola pausa può darsi che poi vada in studio con Greg Kurstin e vediamo cosa succede, ma al momento non c' è nulla in programma, non ci sto pensando". 

Questa la risposta di Liam Gallagher ad una domanda sui suoi programmi futuri postagli da Zane Lowe, che lo ha nuovamente intervistato per Beats 1, stazione radiofonica di Apple. AUDIO DELL'INTERVISTA - CLICCA QUI

L'intervista è del 12 dicembre. Liam era a Birmingham, in attesa di esibirsi alla Arena della città inglese. Abbiamo tradotto le sue parole.

"Sono nell'adorabile Birmingham in attesa di fare un concerto stasera, quindi va tutto bene. I concerti sono stati incredibili e le folle vecchia scuola, come ai concerti degli Oasis se non meglio per quanto mi riguarda", ha detto il cantante. "La gente potrebbe dissentire, ma per me è così. Stanno succedendo così tante cose che non so bene cosa siano, ma me la sto godendo".

"Finiamo questa parte del tour a 16 dicembre a Manchester e poi mi preparo per Natale. Affittiamo un cottage per Natale con la famiglia. Non mi ubriacherò, però, perché in questo tour mi sto mantenendo sobrio. Berrò 14 pinte di Guinness". 

"Quando sei giovane puoi cantare e sbronzarti", spiega Liam. "Oggi ho 18 canzoni in scaletta e ovviamente ne cantava alcune Noel, quindi mi prendevo un attimo di respiro. Molta gente parla di quanto stia bene la mia voce, ma io ho trovato molto difficile reggere così a lungo e cantare per tutta la durata del concerto".

"Dopo i concerti filo direttamente a letto, oggigiorno bisogna prendersi cura di se stessi. Be', non proprio a letto. Intendo che non esco a bere e a fare tutta quella roba, capisci? Torno in hotel e vado nella mia stanza, ma non bevo né resto in piedi la notte o faccio il monello".

"Cosa faccio? Cammino per l'hotel alla ricerca della mia voce. Faccio: 'Dov'è?' ...".

"Quando farò fatica? Ascolta, ce la sto facendo ed è questa la cosa più importante. Stasera potrebbe essere fantastico, non si sa mai. All'Alexandra Palace di Londra è stato un po' difficile: tutti dicevano che è andata bene, ma io ho trovato un po' di difficoltà. A Nottingham è stato facile, quindi spero che oggi andrà bene. Non faccio fatica ogni sera".

"Le canzoni che non vedo l'ora di suonare al momento? Ovviamente le prime due della scaletta, quelle degli Oasis, Rock 'n' Roll Star e Morning Glory. Con quelle capisci che tipo di pubblico, in che tipo di serata sei. E poi direttamente Greedy Soul, amo cantare quella, Bold, Paper Crown. Tutte. Some Might Say ... Ovviamente tutte quelle degli Oasis, di fronte alle quali la gente va in visibilio, ma anche la roba nuova sta ricevendo un'ottima accoglienza, quindi sinora va tutto bene".

Zane ha poi chiesto a Liam se trascorrerà il Natale in famiglia, quindi con Noel, e se mamma Peggy li sproni a riunirsi per Natale. 

"Mia madre trascorrerà Natale con Noel come ha fatto un milione di volte, per via dei figli (di Noel, ndr)", ha detto Liam. "Io lo trascorrerò con i miei figli e la famiglia di Debbie. Vedrò mia madre a Manchester e festeggeremo un po' allora". 

Liam chiuderà il suo tour di dicembre nel Regno Unito nella sua città, Manchester.

"Il concerto del 16 dicembre a Manchester? Amo esibirmi a Manchester. Vivo a Londra, ma il mio cuore è a Manchester, sicuramente, quindi mi piace tornare. Mi agito quando mi esibisco a Manchester perché vuoi mettere su un concerto grandioso, davvero bello. Ovviamente vuoi fare un ottimo concerto ovunque, ma si spera per il meglio perché si vuole regalare a tutti un concerto fantastico".

"Se sto mangiando bene on the road? Mangio il brodo di pollo ogni sera tre ore prima del concerto ed è bellissimo. E ovviamente la mattina la minestra (porridge) e basta in realtà. No, non mi definirei un fanatico del porridge, ma mi piace, è buono". 

Infine un messaggio: "Grazie mille. E sento molto la tua sincerità, amico. È bello essere tornati a fare musica e dare ai ragazzi quello che vogliono. C'è tanta gente in giro che per fare dispetto finisce per darsi la zappa sui piedi. Tutti questi ragazzi vivono una vita difficile, quindi diamo loro quello che vogliono. Hanno lavorato sodo, hanno pagato il biglietto: diamo loro quello che vogliono e smettiamola di fare i coglioni lunatici".

Traduz. di oasisnotizie - thanks to Claudia Benetello


Noel Gallagher: "Mia moglie mi tratta come un 11enne che suona, ma con Who Built the Moon? è diventata mia fan dopo vent'anni e sei canzoni ricevute in dedica!"

Noel e Sara a New York nel giugno 2015
Noel Gallagher ha imparato a sue spese che spesso i tuoi stessi familiari sono i tuoi più severi critici.

"Mia moglie (Sara MacDonald, ndr) tratta il mio lavoro come se fossi un 11enne che ha appena imparato a suonare la chitarra". Lo ha detto il cantautore a Rolling Stone nel corso di un listening party dell'album Who Built the Moon? tenutosi ad ottobre. Il video è alla fine di questo post.

"Quindi quando torno a casa tutto eccitato e dico: 'Cazzo, senti questa!' lei mi fa (con aria di sufficienza, ndr): 'Awww, hai appena scritto questa? È bella! Va bene. Va bene' ... Mia figlia è più o meno della stessa scuola. Fa: 'Ahh, sì. Sei tu? Va bene, va bene'. 'Non ho chiesto la tua cazzo di opinione, ma grazie mille' ".

Gallagher ha ancora una volta ricordato di quando Sara ha sminuito la sua canzone AKA ... What a Life!, che Noel le aveva fatto sentire in versione demo di solo pianoforte, dicendole di immaginare che fosse Madonna a cantarla. "Come un coglione le ho detto: 'Vedrei bene Madonna cantare questa canzone'. Onestamente l'occhiata che mi ha lanciato mi ha fatto venire i brividi lungo la schiena. Mi ha fatto: 'Madonna ... non canterebbe quella cazzo di canzone' ".

Il cantante ha sottolineato come ci siano voluti quasi due decenni affinché sua moglie apprezzasse il suo lavoro. È stato proprio l'ultimo album di Noel, Who Built the Moon?, uscito il 24 novembre, a convertire Sara in una fan dell'ex Oasis.

"Ascoltavo questo disco mesi fa e lei ha fatto irruzione nella stanza e ha detto: 'Sei tu? È eccezionale, cazzo!'. E io ho fatto: 'Finalmente! Finalmente, cazzo! Ho scritto solo sei canzoni su di te negli ultimi 18 anni, porca puttana!". 

oasisnotizie - Source: Rolling Stone


giovedì 14 dicembre 2017

Liam Gallagher racconta il cambiamento climatico con un cartone animato natalizio a sfondo morale

Liam Gallagher ha rivolto la sua attenzione all'ambiente e racconta un'insolita storia di Natale per bambini sui cambiamenti climatici.

Liam con il badge verde della campagna
Il cartone animato, tratto dalla campagna The Love di The Climate Coalition Show, lo vede raccontare in un minuto la storia di The Very Hot Snowman, il "pupazzo di neve molto caldo", che cade preda delle crescenti temperature globali.

Con il sottofondo della base musicale, che augura Buon Natale, la star di As You Were narra una favola a sfondo etico per sostenere una causa molto importante.

"È inverno, e fa freddo in questo periodo dell'anno, vero? Potrebbe sembrare freddo, e il vento potrebbe morderti il naso, forse vuoi accoccolarti con una cioccolata calda o avvolgerti al caldo e indossare il tuo cappotto più grande. Ma nel quadro generale delle cose la Terra è troppo calda e sta diventando sempre più calda".

Mentre il pupazzo di neve inizia ad afflosciarsi, Liam continua a riflettere sui cambiamenti climatici.

"Le nostre stagioni si confondono, molti uccelli stanno nidificando prima e i fiori primaverili stanno sbocciando troppo presto. Questo è ciò che sembra il cambiamento climatico, sta influenzando così tante delle cose che amiamo, sia nel nostro cortile e in tutto il mondo. Ma abbiamo speranza, perché sappiamo che insieme possiamo proteggerli, se agiamo ora e tutti fanno la loro parte.

"Quindi questo Natale fai il dono dell'amore e mostra al mondo che ti interessa".

L'annuncio è una creazione del famoso fotografo e regista Rankin, attraverso la sua agenzia creativa The Full Service e con l'animazione di Jelly London.

Anche un ambasciatore di Oxfam ha dichiarato: "È stato ed è un progetto fantastico. Siamo stati al settimo cielo per avere la voce iconica di Liam per dare una svolta al pezzo e farlo notare.

Liam Gallagher mette in mostra il distintivo del cuore verde della campagna.

"Ma al di sopra e al di là di tutto è stato un privilegio fare qualcosa per una causa così importante. Le generazioni più giovani sono quelle che dovranno affrontare questi problemi, quindi abbiamo cercato di creare qualcosa che potesse comunicare a tutte le età".

Il responsabile di Climate Coalition, Neil Thorns, ha aggiunto: "Magari non indossiamo le magliette quando usciamo a metà dicembre, ma sappiamo tutti che le cose stanno cambiando. I segni sottili ci sono, anche se non sappiamo indicare cosa sia diverso.

"È facile pensare che il cambiamento climatico sia qualcosa che accade da qualche altra parte, sia che si sciolgano ghiacciai a migliaia di chilometri di distanza da noi o cartine di altre parti del mondo che diventano rosse. Ma la realtà è che ne stiamo vedendo i segni ovunque, anche qui a casa nel Regno Unito".

"Dobbiamo agire per proteggere le cose che amiamo dai cambiamenti climatici per le generazioni future".

Source: Belfast Telegraph

Traduzione a cura degli amici della pagina Devoti di Liam Gallagher - Facebook

Ecco il video della campagna di sensibilizzazione.

mercoledì 13 dicembre 2017

Noel Gallagher: "A X Factor Italia ero ubriaco fradicio. Il playback? Imbarazzante, ma serve a vendere dischi"

Noel Gallagher ha rivelato che era ubriaco quando, lo scorso 30 novembre, ha partecipato in diretta televisiva a X Factor Italia, dove ha "flirtato" con Mara Maionchi. L'ex Oasis ha poi dichiarato che la scelta del playback integrale è dovuta all'esigenza di "vendere dischi al giorno d'oggi".

"Giovedì 30 novembre ho trascorso una gran bella serata a Milano", ha detto Noel ai microfoni di Reprezent Radio, che lo ha intervistato alla O2 di Londra lunedì 4 dicembre, prima del concerto dei Gorillaz, cui Noel ha partecipato suonando We Got the Power, per la cui versione studio ha collaborato (il brano è inserito nel nuovo disco dei Gorillaz, Humanz). 

"Ho partecipato all'X Factor italiano da ubriaco fradicio", ha detto Noel, che ha aggiunto: "Non ricordo di avervi partecipato, ma l'abbiamo fatto. È su YouTube (il video lo abbiamo caricato noi e non è visibile sul suolo italiano per motivi di copyright, ndr) ed è molto imbarazzante".

Alla domanda "hai cantato in italiano?", Noel ha risposto: "Abbiamo mimato. Ed è per quello che eravamo ubriachi. Avevamo registrato qualcosa in sala prove dal vivo. Così avevamo la sensazione di esibirci dal vivo, ma ci stavamo mimando su. Ed ero talmente ubriaco che pensavo: 'È veramente dal vivo?'. Avevo la sensazione di suonare dal vivo, ma non era così. Sono cose che devi fare per vendere dischi oggigiorno. È leggermente imbarazzante, ma sai ...".

Ricordiamo che a X Factor Italia Noel ha presentato Don't Look Back in Anger e Holy Mountain. Entrambi i pezzi sono stati eseguiti in playback: il primo playback era su una versione del brano registrata a Londra qualche giorno prima dell'ospitata a X Factor Italia; il secondo playback era sulla versione disco della canzone.

oasisnotizie

VIDEO SU FACEBOOK QUI - Video su YouTube qui (non dall'Italia)

Source: Reprezent Radio podcast (50 minutes in)



Elogi da Robbie Williams: "Voglio collaborare con Liam Gallagher, la sua è la canzone dell'anno"

Robbie Williams dice che gli piacerebbe creare nuova musica con la ex star degli Oasis Liam Gallagher, di cui ha elogiato uno dei nuovi brani tratti dall'album d'esordio come solista, As You Were

Dopo aver ascoltato il disco da solista dell'ex Oasis, Williams crede di poter mettere da parte le differenze con Liam per collaborare ad una nuova canzone. 

"Sì, voglio fare una canzone con lui", ha detto Williams. "La mia canzone preferita dell'anno è la sua For What Its Worth. Penso che sia la migliore canzone che Liam o Noel abbiano scritto negli ultimi 20 anni", ha detto Williams, 43 anni. Il cantante ha detto che la canzone è "incredibile e senza tempo" e gli piacerebbe fare lo stesso con Liam Gallagher, 45 anni. "È stupefacente e senza tempo, colpisce proprio quel punto dolcissimo, è universale e parla dritta al cuore. Ha proprio fatto la cosa in modo completamente perfetto, la adoro", ha aggiunto.

Source: Outlook India - via Devoti di Liam Gallagher (Facebook)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails